23 October, 2020 Friday Friday 23rd October, 2020
24 October, 2020 Saturday Saturday 24th October, 2020
1

Oratorio Santa Caterina d’Alessandria:

Oratorio Santa Caterina d’Alessandria d’Egitto, un oratorio in stile barocco, confina con la Chiesa di Sant’Ignazio all’Olivella, si trova in via Monteleone, al civico 50. L’Oratorio venne costruito agli inizi del XVIII secolo. Stilisticamente emerge il barocco del diciottesimo secolo.

Nel 1726 il grande scultore Giacomo Serpotta, nel massimo splendore artistico ha rivestito l’intero Oratorio con i suoi meravigliosi stucchi. Durante i lavori il maestro è stato aiutato e supportato dal figlio Procopio Serpotta. Gli stucchi hanno una sistemazione simmetrica.

Oratorio Santa Caterina: un inestimabile lavoro del Serpotta

Il Serpotta in questi lavori è stato ineguagliabile come non mai. L’altare è ornato da una tavola del pittore Giuseppe Salerno detto lo zoppo di Ganci, raffigurante il martirio di Santa Caterina. Ai lati sono presenti le statue in stucco delle SS. Ninfa e Oliva realizzate dal Serpotta. Dalla testa della statua di Santa Oliva scende graziosamente un fazzoletto, nella mano destra è presente un libro e nella sinistra un ramo di ulivo.

Oratorio Santa Caterina: un esempio di virtuoso neoclassicismo

Nello stile statuario emerge l’intellettualismo neo classico, infatti nelle pareti laterali sono presenti delle statue che simboleggiano la Scienza, la Dialettica, la Fisica, la Geometria, la Teologia, la Retorica dell’Etica, la Geografia e la Astrologia. Nei rilievi delle porte d’ingresso è rappresentata la storia della vita e del martirio di Santa Caterina.

Nella parete d’ingresso si trovano due armoniose figure allegoriche, la Sapienza e la Scienza, collocate sotto il coretto. Nel vestibolo dell’Oratorio si trovano invece due dipinti che rappresentano uno lo sposalizio di Santa Caterina, attribuito a Giuseppe Salerno, e l’altro una Madonna, attribuita a Raffaellesco Vincenzo da Pavia.